Spille

by Valeria
franchising conto vendita
franchising conto vendita

La spilla o come questo gioiello veniva chiamato nei tempi d’antichità fibula, oggi può essere vista come ornamento decorativo messo su un bel vestito da donna, su un completo da business in stile classica oppure si può vedere in inverno su uno scialle “neglige”. L’invenzione delle spille ha avuto uno scopo piuttosto pratico. Le prime spille erano usate per abbottonare le tuniche o altri tipi di abbigliamento. I modelli più antichi di spille, scoperte dagli storici, risalgono alla recente età di bronzo. Venivano usate dai romani, dai greci, dai celti, dagli etruschi e anche dalle tribù che migravano verso l’Europa. Spesso venivano usate come simbolo di identificazione, cioè tramite esse veniva riconosciuta l’identita del loro possessore, la sua appartenenza etnica e si capiva da quale tribù o popolo proveniva. Le spille facevano una parte costante degli abiti militari dei romani mostrando a quale esercito apparteneva il loro possessore. Ma erano anche usate per abbellire i vestiti delle donne in quel periodo dell’Antichità.
A quel tempo, molto spesso venivano realizzate in metallo abbellito con ivorio e ambra e potrebbero essere suddivise in qualche sottotipo distinto in base al loro tipo di chiusura: a spilla da balia oppure a cardine.
L’epoca vittoriana ha dato un nuovo significato a questi gioielli. Spesso su essi, attraverso incisioni delicate, venivano raffigurati volti e profili di persone care. A volte si facevano anche spille dentro i quali si poteva nascondere un messaggio o persino del veleno. Nei tempi antichi le spille facevano anche parte dei riti funebri: grazie ai quali è diventata popolare la lavorazione di questo tipo di gioielli con due lati diversi. Su uno dei lati del gioiello veniva raffigurata una persona morta, mentre sull’altro lato veniva posato un piccolo ciuffo dei capelli di quella persona, come un ricordo. La moda delle spille veviva seguita anche da re e regine. Infatti, sono stati proprio loro i primi clienti privati dei gioiellieri ai quali ordinavano spille molto belle decorate con pietre preziose intarsiate conm disegni di piccoli mazzi di fiori.
Fino al tredicesimo secolo sono stati gli irlandesi ad essere conosciuti come maestri insuperati nella lavorazione delle spille. Tara, un bellissimo gioiello celtico che risale al 700 d.C. ne è una prova evidente.
Questa spilla fatta di argento dorato e decorata con incisioni squisite è stata riconosciuta come uno dei simboli più importanti dell’arte paleocristiana.
Ai tempi d’oggi le spille vengono usate principalmente come accessorio di moda, molte donne si affidano a questo gioiello intramontabile per aggiungere un dettaglio al loro abbigliamento quotidiano o per rendere ancor più eleganti gli abiti da sera.
Possiamo trovarle sul mercato anche fatte di tessuto a forma di un fiore oppure fatte di conchiglie, di perline o di lana.
Possono essere grandi o piccole ma sicuramente rendono le loro posseditrici molto raffinate e uniche. E poi che simbolo più chiaro potrebbe esistere per un’anima romantica di una piccola bella spilla a forma di lucertola, fatta di argento e pietre semi-preziose, messa su un pesante cappotto invernale oppure di una spilla vecchia che ci ricorda i tempi quando vivevano i nostri nonni e quando i tram e le macchine erano solo il simbolo di una società in via di sviluppo.

Leave a Comment

Search For

Popular Tags

Search For

Popular Tags

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.